Baci da Pompei

Un tempo collezionavo cartoline, perfettamente ordinate in scatole da scarpe. Viaggiavo i loro viaggi, leggevo saluti e mancanze, ritorni e partenze. C’erano spiagge bianche e deserte, culi di donne su folle di gente, frasi inutili su palazzi e città. Amico, sono ancora lì, sul ripiano nascosto di una casa che non abito più.

Ho sognato elefanti e gnu, la lavanda in Provenza, gli odori della Boqueria. Ho amato le storie che non ho raccontato, i baci e gli abbracci, i ritornerò. Intanto scrivevo a spettabili aziende saluti cordiali, godevo di gioie formali, viaggiavo i miei viaggi col tutto compreso, sempre attenta a non deragliare. Ma oggi, amico, non mi sento per niente cordiale.

Continua a leggere “Baci da Pompei”

Palloncini

È tutta nell’attesa
La leggerezza dei giorni
Brucerò un porta sfortuna
Per ogni serata persa.
Libererò un palloncino
Per ogni pensiero in più.

Inciamperò ogni passo indietro
Sfiderò il ridicolo
Saprò quando andare
Saprò quando aspettare
Saprò quando insistere
Saprò quando lasciar stare.
Saprò come farmi ricordare.

Riti

Alle bancarelle del mercato vendono
abiti per spose di seconda mano.
Ci passo davanti coi miei quindici euro.
Per un momento potrei
E avrei chiusa nell’armadio
Una storia di altri da raccontare.

Spinta da ingiustificato ottimismo
ho comprato una manciata
di porta sfortuna.
Li nascondo tra libri e pois
A ricordarmi debolezza e forza.
Possibilità.

Continua a leggere “Riti”

Cose che solo da quasi ubriaca, dopo aver picchiato un sacco per un’ora

Facciamo che ora si sa perché non scrivo.
Facciamo che ora si sa che
qualsiasi riferimento puramente casuale
a pecore più o meno religiose,
a uccelli che suonano,
a panchine vuote solo un po’
sarebbe troppo esplicito.
Facciamo che le metafore
non sono abbastanza metaforiche,
Che le similitudini sono troppo simili.
Facciamo che le anafore annoiano
Come le ripetizioni.
Che le allitterazioni allappano.
Che l’asindento diventa anacoluto.
Facciamo che il colloquiale
Sgrammatica.
Facciamo che c’è bisogno di dire
Senza dire.

Continua a leggere “Cose che solo da quasi ubriaca, dopo aver picchiato un sacco per un’ora”

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito