Facciamo un gioco

Giochiamo che facciamo che io imparo la cosa di due vite, che saltiamo in mondi paralleli, che il presente è sempre presente e che però non si incontrano mai.

Giochiamo che facciamo come il gioco del silenzio, che il primo che parla ha perso la partita.
Giochiamo che imparo vite altre e clandestine, che parliamo in codice, che ogni strumento è una vita, e le parole anche no.

Giochiamo che io centro spazio e tempo, che non manca sincronia. Giochiamo che la logica, il senso e l’opportunità stanno da una parte, e che poi beviamo dalla bottiglietta rossa e che diventa tutto un chilosà.

Oppure giochiamo che non giochiamo. Che un bel gioco dura poco. Giochiamo che rigiochiamo i nostri ruoli, io di qua, tu di la. Giochiamo come quando arrivano gli alieni e rinchiudono un portale. Come quando nella zona restano cose strane che non sono da cercare. Ecco giochiamo un po’ così, per non sbagliare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: