Testimone è il bicchiere

Pedalo di nuovo, rincaso stasera. Mi porto in gola parole non dette. Cancello il tuo nome dalle mie utilità, ma lui ricompare.
Sarebbero giorni da raccontare, risate e bestemmie a dioniso ed eros. Nottate che si potrebbero cantare, film da citare.
Ma resta il silenzio in cui annaspa il pensiero. Che le cose non esistono se non le diciamo, non accadono se non raccontiamo.
Mantengo segreti anche con me.

Di queste serate ho un bicchiere rubato. Una nuova alleanza tra metamorfosi e scienza. La certezza dell’indecidibilità.
Racconto i contorni, li aumento di senso. Invento realtà che diventano vere.
Poi torno a casa. Ritrovo il bicchiere, testimone trasparente, residuo di cose che non amo bere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: